il nostro obiettivo e' il tuo benessere

fisioterapia

Affida il tuo benessere fisico a professionisti specializzati, il CSI THERAPY effettua terapie mirate e specifiche utilizzando macchinari di ultima generazione e tecnologicamente avanzati.

.

Contatta il centro per maggiori info:

CSI THERAPY - STUDIO DI FISIOTERAPIA CASERTA

41, Via Del Pozzo - 81033 Casal Di Principe (CE)

Tel. +39 081 0128224

Cell.+39 349 1781010

@ vitodiana@virgilio.it

FISIOTERAPIA

fisioterapia
fisioterapia
fisioterapia

La fisioterapia è una branca della medicina che si occupa della prevenzione, cura e riabilitazione dei pazienti affetti da patologie o disfunzioni congenite o acquisite in ambito muscoloscheletrico, neurologico e viscerale attraverso molteplici interventi terapeutici, quali: terapia fisica, terapia manuale/manipolativa, massoterapia, terapia posturale, chinesiterapia e altre. La fisioterapia e' praticata dal laureato in fisioterapia (Dottore in Fisioterapia), appartenente alla classe delle professioni sanitarie della riabilitazione.

Il fisioterapista esercita le proprie competenze con titolarità e autonomia professionale, in ambito libero professionale oppure in contesto di équipe multidisciplinare insieme ad altre professioni sanitarie.

Il fisioterapista gestisce il paziente nel recupero funzionale per quanto concerne le menomazioni e le disabilità motorie qualunque ne sia la causa.

Elabora e attua sotto la propria responsabilità le metodologie riabilitative di base e speciali.

Il fisioterapista, quindi, in fase clinica di post-acuzie utilizza tecniche terapeutiche basate sull'esercizio miranti al recupero di abilità perdute a causa di un evento morboso recente, applicando metodiche di base e tecniche speciali per il raggiungimento dello scopo.

Questo include il benessere fisico, psicologico, emozionale e sociale. Ciò richiede l'interazione tra il medico, il fisioterapista, il paziente, l'équipe riabilitativa, le famiglie, i care-givers, case-managers, le comunità.

La fisioterapia può intervenire in diversi campi d'azione in cui si incontrano patologie osteo-neuromuscolari.: ortopedia, neurologia, reumatologia, geriatria, cardiologia, pneumologia, pediatria, stomatognaticaurologia e ginecologia.

Il fisioterapista può esercitare la sua professione in varie modalità: in ambito pubblico o privato, come libero professionista o dipendente presso ospedali o cliniche, presso servizi di riabilitazione, presso servizi di assistenza domiciliari, in ambulatorio o studio professionale, presso centri di ricerca, ospizi, scuole, università, industrie, farmacie , associazioni sportive, ma sempre dopo valutazione e supervisione medica.

laserterapia

laser  terapia
laser  terapia
laser  terapia

Che cos'è la laserterapia
Il laser è una sorgente di radiazione elettromagnetica. Più semplicemente, lo possiamo definire come un dispositivo che produce energia sotto forma di un’onda luminosa.
La terapia con laser si fonda quindi sulla possibilità di fornire ai tessuti energia elettromagnetica, con riconosciuti effetti terapeutici:
antinfiammatorio sulle articolazioni e sui muscoli;
analgesico sulle fibre nervose;
biostimolante e rigenerativo sui tessuti molli e connettivi;
vasodilatatore sul microcircolo (migliora quindi la circolazione periferica);
antiflogistico e antiedemigeno (si ottiene il pronto riassorbimento dei mediatori dell’infiammazione e di eventuali raccolte di liquido).


Esecuzione della terapia
Mentre il paziente rimane seduto o disteso sul lettino, sulla parte da trattare viene appoggiato l’applicatore del laser. L’esatto posizionamento è individuato eseguendo la valutazione del paziente eventualmente con l’ausilio di un referto ecografico o radiologico preesistente, unitamente all’indicazione della zona dove viene avvertito maggior dolore.
Una seduta terapeutica dura dai 10 ai 20 minuti. L’applicazione dell’energia laser non provoca sensazioni dolorose, ma solo una lieve percezione di calore.
Risultati
Nella maggior parte dei casi si assiste a un evidente miglioramento in termini di scomparsa o riduzione del dolore e di ripresa funzionale.
L’attenuazione del dolore e dell’infiammazione sin dalla prima applicazione rappresentano degli ulteriori benefici di questa terapia.


Vantaggi

  1. È una terapia che non presenta rischi, non è invasiva, è indolore e può essere combinata con altre terapie presentando raramente effetti collaterali.
  2. L’azione focalizzata del laser fa sì che sia efficace esclusivamente nella zona da trattare, senza danneggiare il tessuto vicino.
  3. Essendo una terapia ambulatoriale, consente di ridurre al minimo l’inabilità al lavoro e, per gli sportivi, la perdita di ore di allenamento.


Effetti collaterali
Non si segnalano dei veri e propri effetti collaterali. Raramente si possono verificare dei momentanei arrossamenti della pelle e in rari casi modeste ustioni.

magnetoterapia

magnetoterapia
magnetoterapia
magnetoterapia

Con la parola magnetoterapia s’intende l’applicazione a scopo terapeutico di un campo prevalentemente magnetico originato da frequenze basse e alte.

La Magnetoterapia rigenera le cellule lese migliorando la cinetica enzimatica e ripolarizza le membrane cellulari; inoltre produce un’azione antistress e promuove un’accelerazione di tutti i fenomeni riparatori con netta azione biorigenerante, antinfiammatoria, antiedematosa, antalgica, senza effetti collaterali.

La Magnetoterapia è una forma di fisioterapia che utilizza l’energia elettromagnetica ed è una cura efficace, sicura e non invasiva. I campi magnetici interagiscono con le cellule favorendo il recupero delle condizioni fisiologiche di equilibrio. E’ indicata nei casi in cui è necessario stimolare la rigenerazione dei tessuti dopo eventi lesivi di varia natura.

I campi elettromagnetici generati favoriscono risultati sicuri senza l’impiego di nessun farmaco.

I benefici della Magnetoterapia:

  • Allevia il dolore: agisce come un potente analgesico
  • Accelera i processi di cura
  • Stimola lo scambio cellulare
  • Migliora l’ossigenazione e il nutrimento dei tessuti
  • Riduce le infiammazioni
  • Stimola il riassorbimento degli edemi
  • Migliora il flusso capillare
  • Rigenera le cellule prive di energia
  • Rallenta il processo di diminuzione della densità ossea

I vantaggi della Magnetoterapia:

  • Aiuta ad attenuare i dolori e le infiammazioni senza l’uso dei farmaci
  • E’ una terapia non invasiva e sicura
  • Ha un’azione antalgica
  • Può essere applicata senza controindicazioni nella maggior parte delle patologie
  • Riduce i tempi di guarigione di una frattura
  • Dove agisce la Magnetoterapia:
  • Sistema osseo
  • Sistema muscolare
  • Sistema articolare
  • Sistema nervoso
  • Sistema circolatorio

Gli effetti della Magnetoterapia si possono classificare nel seguente modo:

  • Azione antinfiammatoria
  • Azione stimolante del sistema endocrino
  • Azione antiedematosa
  • Azione antalgica
  • Riparazione dei tessuti
  • Azione anti-stress

La Magnetoterapia può produrre

  • Un effetto curativo
  • Un effetto analgesico
  • Un effetto estetico

onde d'urto

onde d'urto
onde d'urto
onde d'urto

Le onde d’urto sono una metodica innovativa in campo ortopedico-fisiatrico, non invasiva ed estremamente efficace per il trattamento di molte patologie a carico delle ossa e dei tessuti “ molli” (tendini, legamenti ecc ecc.)

Si parla di onde acustiche, ovvero di impulsi sonori, caratterizzati da una particolare forma d’onda (rapido picco di pressione positiva, seguito da un’altrettanto rapida, ma minore, fase di pressione negativa), in grado di produrre una stimolazione meccanica diretta.
L’utilizzo delle onde d’urto in medicina (litotripsia) nacque originariamente per applicazioni in Urologia, impiegata tuttora per la frantumazione dei calcoli renali.
Da più di un decennio inoltre, l’impiego delle onde d’urto nella pratica clinica quotidiana si è ampiamente diffusa anche in ambito ortopedico – fisiatrico, seppur con azione ed effetti terapeutici completamente diversi da quelli sui calcoli renali.

A differenza dei calcoli renali che si frantumano per impatto con le onde sonore, quando le onde d’urto colpiscono i tessuti come ossa e tendini creeranno una sorta di benefico “micro-idromassaggio”, in grado di promuovere una serie di reazioni biochimiche e cellulari, responsabili, in ultima analisi, dell’effetto terapeutico.Gli studi clinici e sperimentali degli ultimi anni sono stati rivolti a capire il meccanismo sorprendente per cui da una stimolazione puramente meccanica (onda d’urto) si possano ottenere effetti biologici.

Taping Neuromuscolare

taping neuromuscolare
taping neuromuscolare
taping neuromuscolare

Si tratta di un metodo di trattamento rivoluzionario che si distingue nettamente dal Taping convenzionale. Oltre a migliorare la funzione muscolare e la stabilità articolare, il TNM agisce anche sulla circolazione sanguigna e linfatica.
Il Taping Neuro Muscolare (NMT) è una tecnica correttiva meccanica e sensoriale che consiste nell'applicazione di un nastro adesivo elastico sulla cute allo scopo di ottenere effetti benefici a livello del sistema muscoloscheletrico e degli organi interni. La stimolazione cutanea determina un risultato terapeutico non solo locale, ma anche sugli strati sottostanti.
La tecnica del Taping NeuroMuscolare, a differenza del taping tradizionale anelastico, si basa sul concetto che esso agevola i movimenti cutanei e muscolari in modo da ottenere un effetto biomeccanico terapeutico sulle zone trattate.
La tecnica del Taping NeuroMuscolare è da considerarsi aggiuntiva nei programmi terapeutici e riabilitativi sia manuali sia strumentali e l'integrazione della tecnica in programmi riabilitativi facilita il raggiungimento de obiettivi terapeutici in tempi abbreviati tanto in ambito riabilitativo quanto in quello sportivo.
Una corretta applicazione della tecnica del Taping NeuroMuscolare prevede la conoscenza accurata della fisiologia articolare e dell'anatomia funzionale, accanto alla precisa applicazione del tape sul muscolo.
L'uso del TNM offre all'operatore medici sportivo e fisioterapista un approccio nuovo e innovativo, alla radice di ogni patologia nella cura di muscoli, nervi e organi nelle più svariate situazioni post traumatiche in fisioterapia o semplicemente per migliorare il rendimento sportivo.


Nella fase riabilitativa il Taping NeuroMuscolare si applica con tecniche miranti a:

  • rimuovere la congestione dei fluidi corporei
  • migliorare la circolazione sanguigna e linfatica
  • ridurre l’eccesso di calore e di sostanze chimiche presenti nei tessuti
  • ridurre l’infiammazione
  • ridurre anche l’anormale sensibilita’ e dolore della pelle e dei muscoli

Tecarterapia

tecarterapia

Una tecnologia che stimola l’autoguarigione

Human Tecar(R) si basa su di una tecnologia d’avanguardia che ha cambiato il modo di fare fisioterapia.

Il suo segreto? Un meccanismo d’azione che induce il paziente stesso ad “autoguarirsi”.

A differenza di molte altre terapie elettromedicali, infatti, la corrente non è presente per contatto diretto, ma come movimento di attrazione e repulsione delle cariche elettriche.

Si tratta di un sistema che crea una forte stimolazione a livello cellulare, attivando i naturali meccanismi autoriparativi dell’organismo. Il metodo Human Tecar, scientificamente sperimentato e brevettato, può essere utilizzato soltanto nei centri autorizzati. Va praticato esclusivamente da personale esperto, con gli strumenti Tecar originali.

Prima di Human Tecar, per raggiungere e trattare i tessuti profondi venivano utilizzate sorgenti di energia molto forti come le radiazioni ad alta frequenza o le microonde . Oggi, grazie a uno studio durato oltre dieci anni nelle biotecnologie , si è scoperto che lo stesso obiettivo può essere conseguito in modo decisamente meno invasivo, per mezzo di un trasmettitore radio a bassa frequenza. Il segnale viene applicato ai tessuti biologici attraverso speciali elettrodi mai utilizzati prima d’ora.

Con questa nuova forma di tecnologia si può trasferire energia biocompatibile in grado di stimolare intensamente i tessuti, in profondità.

In sostanza, Human Tecar riattiva i naturali meccanismi riparativi che stanno dentro alle cellule: è questo che la rende una tecnologia così rivoluzionaria.

Le tre azioni chiave

  1. Stimolare la microcircolazione
  2. Aumentare la vasodilatazione
  3. Innalzare la temperatura

Sono queste le tre azioni fondamentali di Human Tecar: le stesse che compirebbe il nostro organismo per rimetterci in sesto. Solo che grazie a Human Tecar i naturali meccanismi autoriparativi vengono potenziati e ricevono una forte accelerazione.

Caso per caso, a seconda della diagnosi del medico, si valuterà quale o quali delle tre azioni è meglio stimolare e a quale livello di intensità. Human Tecar è uno strumento sufficientemente flessibile per adattarsi alle diverse esigenze: agli obiettivi terapeutici così come alla risposta del paziente.

Tempi di recupero ridotti grazie a un’azione profonda, omogenea e localizzata.

Risultati immediati e stabili grazie alla stimolazione e al rafforzamento delle capacità di autoriparazione dei tessuti.

Istantaneo sollievo dal dolore grazie al potente effetto analgesico sulle terminazioni nervose.

Precocità di mobilizzazione grazie alla flessibilità della terapia e alla possibilità di ripeterla più volte, anche nella stessa giornata.

Le applicazioni

  • Human Tecar è in grado di trattare con efficacia e in tempi brevi le patologie riguardanti ginocchio, spalla, anca, caviglia, colonna vertebrale, mani e muscoli. E anche le patologie dolorose e infiammatorie quali artrosi, lombalgia e sciatalgia .
  • Human Tecar viene impiegata nelle terapie riabilitative per il recupero di distorsioni, lesioni tendinee, vari tipi di tendinite e di borsite, esiti di traumi ossei e legamentosi, distrazioni di tipo osteoarticolare acute e recidivanti, artralgia cronica.
  • Human Tecar è utilizzata in diverse forme di osteoporosi e in molti programmi riabilitativi post-chirurgici, in particolare dopo gli interventi di artroprotesi.

La riabilitazione Tecarterapica integra l’intervento terapeutico nelle patologie osteoarticolari acute e croniche.

Viene impiegata nelle terapie riabilitative per il recupero di:

  • distorsioni
  • lesioni tendinee
  • tendiniti e borsiti
  • esiti di traumi ossei e legamentosi
  • distrazioni osteoarticolari acute e recidivanti
  • artralgie croniche di varia eziologia
  • è attiva in diverse forme di osteoporosi
  • programmi riabilitativi post chirurgici, in particolare dopo interventi di artroprotesi.

Condropatia rotulea

L’ elettrodo resistivo posizionato sulla rotula genera una benefica endotermia nell’interstizio fra il tessuto cartilagineo e la parte più propriamente ossea dell’ articolazione femoro-patellare.

Coxartrosi

La piastra di ritorno, opportunamente posizionata sotto l’addome o la coscia, e l’elettrodo resistivo posizionato sull’area glutea, contrastano il danno cartilagineo a livello della testa femorale, che riduce l’articolarità.

Algie croniche

L’uso dell’elettrodo resistivo consente una migliore idratazione dei dischi intervertebrali. Aumenta così l’effetto ammortizzatore nei confronti dei microtraumi. Il trattamento viene perfezionato con l’uso dell’elettrodo capacitivo lungo i fasci muscolari paravertebrali, per allentare la retrazione riflessa e risolvere la contrattura inveterata, che porta ad esempio alla rettificazione del rachide nel caso dell’artrosi cervicale.

Pubalgia cronica

Con la piastra di ritorno situata nell’area lombosacrale, e l’elettrodo resisitivo sulla parte interna mediale delle cosce, è possibile un’interazione profonda sulle strutture della sinfisi pubica e sulle inserzioni dei muscoli profondi pubo-coccigei, oltre che sulla inserzione del muscolo retto dell’addome.

Capsulite adesiva

La possibilità di dilatare senza controindicazioni i tempi di applicazione in modalità resistiva permette una buona distensione del tessuto fibroso sinoviale: la migliore estensibilità della capsula fibrosa allevia il dolore nell’immediato e durante i movimenti.

Il trattamento successivo dei muscoli bicipite brachiale, coraco brachiale, tricipite brachiale con l’elettrodo capacitivo favorisce il ripristino della forza nel braccio.

Sperone calcaneare

A soggetto prono l’elettrodo resistivo viene applicato sulla zona plantare del calcagno per migliorare la mobilità dell’articolazione tibio-tarsica, interferendo sulla deposizione degli ossalati a livello dei tessuti peritendinei.

Il massaggio della pianta del piede con l’elettrodo capacitivo migliora l’elasticità dei muscoli plantari.

Risultati in tempi da record

La terapia con Human Tecar è nata e si è sviluppata proprio nel campo dello sport professionistico, in collaborazione con i principali poli universitari specialistici di Medicina Sportiva. Ogni giorno, consente a migliaia di atleti infortunati di rimettersi in gara nel tempo più breve possibile. Viene utilizzata con successo in un gran numero di specialità ed è stata adottata ufficialmente da centinaia di squadre e federazioni.

E’ presente in numerose manifestazioni sportive nazionali e internazionali, sia professionistiche che amatoriali.

Negli ultimi anni, Chirurgia e Medicina Estetica stanno raggiungendo traguardi sempre più importanti che ci aiutano a migliorare la nostra qualità della vita e il nostro benessere psico-fisico. Human Tecar si è rivelata un ausilio prezioso anche in questo campo, soprattutto grazie alla sua capacità di stimolare l’autoriparazione dei tessuti.

La terapia con Human Tecar, utilizzata nel decorso post-operatorio, accelera il recupero del paziente e gli consente di tornare, in tempi più veloci, alla sua vita di tutti i giorni. Ma Human Tecar è un ottimo supporto anche prima di un intervento, proprio grazie alla sua capacità di rivascolarizzare i tessuti ovvero di stimolare al loro interno la formazione di nuovi vasi sanguigni.

I tessuti, così rivitalizzati, risultano più idonei ad affrontare un’operazione. Inoltre il trattamento preliminare con Human Tecar(R) aiuta a prevenire alcuni tipici effetti post-operatori, come la formazione di edemi ed ematomi.

Grazie alle proprietà di incremento del microcircolo, all'ipervascolarizzazione degli strati profondi del derma e alla biostimolazione cellulare, Human Tecar produce sulla cute degli effetti che rappresentano un completamento – se non addirittura un sostituto – del lifting.

La densità interna del tessuto risulta aumentata mentre a livello superficiale la pelle appare più tesa, tonica e luminosa.

Grazie al naturale incremento del metabolismo cellulare, Human Tecar sconfigge la cellulite a livello strutturale. La cellulite nasce infatti da un disordine infiammatorio profondo del microcircolo.

Da un lato, Human Tecar rimette in funzione il microcircolo con il risultato di lenire l’infiammazione.

Dall’altro, aumenta la temperatura interna, incrementando così i naturali processi di lipolisi che aiutano a sciogliere le formazioni nodulari di tipo fibrosclerotico : il fenomeno più evidente e fastidioso che si manifesta con la cellulite.

Una netta diminuzione del dolore e del gonfiore, già dalla prima seduta: è questo l’effetto più immediato e visibile della terapia con Human Tecar.

Human Tecar infatti, grazie alla cessione di energia biocompatibile , agisce drasticamente sulle terminazioni nervose, bloccando la conduzione dello stimolo doloroso, con conseguente diminuzione o addirittura scomparsa dei sintomi.

La rapida eliminazione del dolore è particolarmente utile e importante anche perché aumenta la tolleranza del paziente nei confronti delle terapie riabilitative. Il programma di trattamento specifico può essere quindi iniziato in anticipo e praticato con maggiore intensità e frequenza. I tempi di convalescenza risultano così decisamente ridotti.

Human Tecar può dare un contributo particolarmente significativo in presenza di linfedemi. In quei casi cioè in cui, per i motivi più diversi, un eccesso di liquidi travasati dal sistema linfatico viene trattenuto nelle gambe e nelle braccia dove si indurisce e assume una consistenza fibrosa (l’edema), impedendo così i corretti scambi intercellulari . In conseguenza dell’ostacolato deflusso linfatico, l’arto assume un aspetto gonfio e clinicamente piuttosto dolente.

Il trattamento con Human Tecar consente un’immediata riduzione del dolore, una rapida sparizione dei noduli fibrosi e un notevole miglioramento della tumefazione.

Dal punto di vista biologico, l’effetto di Human Tecar può essere sintetizzato in un’azione fondamentale: l’innalzamento omogeneo della temperatura interna che stimola il microcircolo e di conseguenza l’ossigenazione dei tessuti sofferenti. Si ottiene così uno spiccato aumento del flusso sanguigno e linfatico. Le sostanze fibrotiche che intasano gli interstizi si sciolgono e i naturali processi di scambio intercellulari, bloccati dal linfedema, possono riprendere normalmente.

Con Human Tecar è possibile trattare efficacemente tutti i tipi di linfedemi: ereditari, essenziali o provocati da cause di vario tipo. Molto frequenti sono i linfedemi conseguenti a interventi chirurgici, come ad esempio il linfedema da post- mastectomia .

Nella mastectomia, infatti, insieme alle ghiandole mammarie vengono asportati i linfonodi ascellari, il che ha spesso l’effetto di ostacolare il drenaggio dei liquidi, con conseguente gonfiore, tumefazione e indolenzimento del braccio. Human Tecar può rivelarsi quindi estremamente utile per le donne che hanno subito questo tipo di intervento.

Human Tecar ha maturato una grande esperienza nel campo della disabilità, a cominciare dal mondo dello sport. Infatti ha assistito e continua ad assistere atleti affetti da gravi problemi e, in più di un’occasione, li ha accompagnati alla vittoria.

Dal mondo sportivo, il contributo di Human Tecar ai problemi dei disabili si è via via ampliato ad altri ambiti, diventando sempre più significativo. Specialmente per quanto riguarda l’eliminazione della sintomatologia dolorosa e il miglioramento della qualità della vita.

ultrasuoni

ultrasuoni
ultrasuoni
ultrasuoni

Gli ultrasuoni sono vibrazioni acustiche ad alta frequenza non percepibili dall'orecchio umano.In campo terapeutico gli ultrasuoni sono ottenuti in modo artificialmente sfruttando la proprietà di alcuni cristalli minerali sottoposti all'azione di un campo elettrico di corrente alternata di dilatarsi e comprimersi emettendo in questo modo vibrazioni.

L'irradiazione ultrasonica genera, quindi, un micromassaggio di notevole intensità agendo in profondità nei tessuti.

Da questa vibrazione,urto e frizione delle strutture cellulari e intracellulari viene generato del calore, infatti oltre che un effetto meccanico gli ultrasuoni esercitano anche un effetto termico conseguente inoltre, gli ultrasuoni possono essere anche usati in immersione; la testina viene immersa in acqua insieme alla zona da trattare.

Gli effetti terapeutici della terapia con ultrasuono sono di effetto antalgico, rilassamenti dei muscoli contratti, azione fibrotica ed effetto trofico.

Share by: